Segnalo un interessante articolo sulle strategie di marketing adottate dalla Walt Disney per contrastare la crisi.

Si arrivò anche a prodotti di animazione realizzati totalmente al computer nel 1995 con “Toy Story”. Si muoverà alla Disney l’accusa di dare troppa importanza alla tecnica e poca ai contenuti. Se anche in qualche caso la tecnica ha davvero dominato un film, nel complesso lo spirito disneyano sembra essere tornato nel pieno della sua forza. I grandiosi successi della gestione Eisner hanno ridato ossigeno all’animazione, un’arte che pareva essere sul viale del tramonto e che, invece, è divenuta uno dei terreni di battaglia della Hollywood negli anni a cavallo tra il secondo e il terzo millennio.

L’articolo completo è disponibile a questa pagina.