Gli Amazon Dash Button sono uno dei tanti progetti IoT (Internet of Things) portati avanti dal gigante Amazon. In parole semplici si tratta di piccoli device composti da un solo pulsate che, se premuto, ordina un prodotto specifico senza dove necessariamente accedere al sito o alla APP di Amazon.

Amazon_Dash_Button

Sono accessori delle dimensioni del token che solitamente utilizziamo per generale i codici per l’home banking, ognuno di questi è riferito ad un solo prodotto (tra quelli in vendita su Amazon…chiaramente). Il design è molto semplice: un solo pulsante per “piazzare l’ordine”, una piccola area in cui è indicato il logo/nome del prodotto che si sta ordinando e un led, mentre sul retro si trova del nastro biadesivo che permette incollare il dispositivo dove ci è più comodo. Alcuni utenti americani hanno già lamentato la scarsa qualità della colla utilizzata per il biadesivo, che su alcune superfici non fa presa come dovrebbe (ad ogni modo problema facilmente superabile).

Va segnalato questi prodotti, lanciati ormai un paio di anni fa, sono disponibili solamente per il clienti Amazon Prime e per il marketplace americano. Non abbiamo alcuna informazione o rumors in merito all’arrivo degli stessi anche nel mercato italiano. Attualmente i Dash Button (che non vanno confusi con Amazon Dash) vengono venduti a 4,99 USD, lo stesso importo viene automaticamente stornato dal primo acquisto effettuato con questa tecnologia, quindi si potrebbe dire che, per il cliente, è sostanzialmente gratuito. I lettori più nerd saranno affascinati dal fatto che esistono già moltissimi tutorial su come modificare questi dispositivi per comandare pressoché ogni cosa…il clacson dell’auto, la lampada del salotto, … è sufficiente cercare su YouTube per trovarne moltissimi.

I dispositivi hanno una batteria interna e comunicano con i server Amazon attraverso la rete WiFi. Per configurarli è necessario utilizzare la APP Amazon per Android o per iOS. Per evitare ordini involontari o errati ordini multipli, dopo aver premuto il bottone sarà necessario confermare l’ordine tramite la APP di Amazon (o tramite il sito). Indipendentemente dal numero di click sul pulsante, Amazon ordinerà un solo prodotto di quelli ordinati.

Amazon Dash Buttons rendering

Ogni settimana le testate giornalistiche tecnologiche pubblicano articoli relativi ad un numero sempre crescente di brand che decidono di mettere a disposizione il proprio Dash button: questa è una delle più recenti.

Che dire…l’idea è interessante e pone ancora ci fa capire (ancora una volta) come Amazon voglia presentarsi al pubblico come un vero e proprio everything store, da cui acquistare ogni bene necessario dentro e fuori casa. Va detto che chi ha provato ad utilizzare Amazon.com (americano) per la spesa quotidiana sostiene che i prezzi siano leggermente superiori alla media del supermercato brick&mortar fuori casa. Qualora fosse verificato, è molto importante che Amazon corra ai ripari e migliori la propria politica di prezzo, come sappiamo essere in grado di fare in altri settori (primo tra tutti quello dell’elettronica di consumo).

Cosa ci riserva il futuro? Beh la risposta è abbastanza facile. Il prossimo passo è la realizzazione di contenitori e supporti in grado di verificare il livello di scorta di un certo bene e ordinare automaticamente il prodotto quanto necessario, rendendo superfluo anche il bottone dei Dash button. Questo progetto si chiama Amazon Dash Replenishment e, con una certa sicurezza, posso dirvi che ne sentiremo parlare ancora, non solo qui su Lean Solutions.

Amazon_Dash_Replenishment